In data 8 marzo 2018 la Corte dei Conti deposita una deliberazione, la n. 73/2018, riguardante una “Pronuncia specifica ex art. 1, co. 168, l. 266/2005 (enti locali); art. 148 TUEL – art. 148 bis TUEL; art. 243 quater TUEL; art. 6, co. 2, d.lgs. 149/2011”. Tradotto dal burocratese all’italiano, un referto circa l’attività di controllo sulla corretta (prima) applicazione delle nuove norme contabili degli enti locali. L’attività di controllo è stata effettuata sul Comune di Montichiari relativa alla gestione 2015 dell’attuale Giunta Fraccaro.

La Corte dei Conti sul suo sito, nella scheda della delibera n. 73/2018 (qui) relativa al rilievo al Comune sintetizza così i rilievi svolti:

La Sezione accerta: che il comune di Montichiari ha proceduto al riaccertamento straordinario ex art. 3 co.7, dlgs 118/11 (del. GC n. 76/2015) registrando extradeficit pari a –€773.259,98; la non corretta rappresentazione del FPV e del FCDE al 31.12.15. Pertanto, la Sezione non può allo stato degli atti verificare se l’Ente abbia effettivamente ripianato la quota trentennale del c.d. extradeficit o, addirittura, abbia registrato un ulteriore disavanzo; – che nel 2015 è ricorso all’anticipazione di tesoreria per 171 gg, per l’importo massimo € 2.011.956,56. Il Collegio riserva ogni ulteriore approfondimento in sede di esame questionario 2016, invita l’Ente sin dalla gestione finanziaria in corso (esercizio 2018 e approvazione consuntivo 2017) ad osservare rigorosamente le previsioni ex dlgs 118/2011 e, in particolare, i punti 9.1 e 9.2 dell’allegato 4/2″.

Leggendo il testo integrale della deliberazione n. 73 dell’8 marzo 2018 ci si accorge che i rilievi sono più gravi di quanto possa sembrare. Infatti non solo l’Amministrazione comunale non ha applicato “rigorosamente” quanto disposto dall’ex D.Lgs. n. 118/2011, ed in particolare quanto previsto dai punti 9.1 e 9.2 dell’allegato 4/2 (qui) vigenti al tempo delle operazioni contabili di riaccertamento dei residui, ma tale mancaza di conoscenza delle nuove norme contabili ha portato ad un ben più grave giudizio.

La Corte dei Conti, nell’ambito dell’istruttoria, arriva a dichiarare che:

“… il risultato di amministrazione 2015 del comune di Montichiari (quantificato in euro 386.710,39 nella tab. 1.2 del questionario sul consuntivo 2015) non è attendibile.”

Pertanto non un banale consiglio nell’ottica della prudenza contabile, ma una vera e propria bocciatura di uno dei docomuenti contabili più importanti di un’amministrazione comunale ovvero il Rendiconto. Rinviando ad un commento dedicato i motivi della bocciatura, ora ci preme sottolineare il mancato rispetto della legge in ordine alll’obbligo di pubblicazione tempestiva.

Il testo integrale della delibera della Corte dei Conti deve essere pubblicata anche sul sito del Comune nell’apposita sezione “Amministrazione Trasparente” , sotto “Controlli e rilievi sull’amministrazione” nell’area dedicata ai rilievi della “Corte dei Conti“. Come dimostra la foto del sito comunale  la sezione dedicata appare vuota.

img_9181.jpg

La fonte normativa:

Gli obblighi di trasparenza sono stati regolamentati dal legislatore con il Decreto Legislativo n. 33 del 2013 e tutte le amministrazioni pubbliche hanno l’obbligo di osservare le prescritte azioni di trasparenza nei confronti dei cittadini.

In particolare per questi rilievi emessi dalla Corte dei Conti, nell’ambito della propria attività di controllo rivolta agli enti locali, è intervenuto l’art. 31 del decreto legislativo n. 33/2013, modificato due anni fa, dall’art. 27 del decreto legislativo n. 97/2016 (qui).

Anche l’Autorità anti corruzione è intervenuta, formulando le Prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli  obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel  d.lgs. 33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016 (qui) con particolare riguardo all”allegato 1 delle medesime linee guida (qui), in riferimento all’art. 31, indicano che i rilievi della Corte dei Conti devono essere pubblicati  tempestivamente.

Screenshot 2018-09-17_10-17-38-831.png

Fonte: Testo della Deliberazione_n._73_del_08.03.2018_Montichiari_BS_De_Rentiis_PRSP

2 pensieri su “Trasparenza tradita. La Giunta Fraccaro non pubblica la pronuncia della Corte dei Conti per non far sapere che “il risultato d’esercizio 2015 non è attendibile”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.