Il Vice Sindaco fotografo scende in campo per aggiungere confusione alle affermazione del Sindaco in merito a cultura e discariche rilasciate nel 2017 e lo fa con la seguente premessa in riferimento all’attitudine del Sindaco di usare lo strumento dello storytelling per raccontare la sua verità ai cittadini.

… le parole pronunciate/scritte da chi per 15 anni ha tenuto la Borsa dei Monteclarensi.

Dopo solo poche parole scritte sul proprio profilo, il fotografo illustre cerca di identificare l’autore della presunta lesa maestà, ma probabimente in preda ad una forte amnesia politica (malattia che accompagna sempre i custodi della verità n.d.r) per tutto il suo sfogo social non ricorda il nome dell’ex Assessore al Bilancio.

Si diceva “padroni a casa nostra”: a Montichiari, in verità, visto che chi lancia questi strali non è di Montichiari, non si trova uno straccio di ragioniere in grado di fare i conti e tenere la cassa per la Casa Comune di Montichiari.

Ma nemmeno dopo le successive tre righe non riesce proprio a ricordare. Possiamo supporre, probabilmente, che solo il pronunciare quel nome sia fonte, per il Vice Sindaco, di un malessere generale il che giustificherebbe l’annebbiamento politico che lo coinvolge. Un annebbiamento che tradisce addirittura la sua condizione di monteclarense adottato.

Di tale annebbiamento si potrebbe intravedere traccia laddove pone come premessa della sua disarticolato commento il presunto vulnus dell’Assessore “straniero” quasi come fosse un torto alla Comunità. In realtà tra i mille difetti che posso avere, credo di essere stato apprezzato dai più per la competenza, non solo da esponenti delle ammministrazione Rosa e Zanola, ma anche da avversari politici locali, perfino appartenenti all’ex partito dell’illustre fotografo monteclarense.

Tenuto conto che il Vice Sindaco, insieme all’Amministrazione Fraccaro, ha contribuito alla concretizzazione di dare ai monteclarensi il monumento della Costituzione, gli consiglierei di applicarla e neutralizzare il vuoto argomentare sullo “straniero” in aperta contraddizione con quei principi costituzionali condivisi, tanto sbandierati, e spesso calpestati, come il diritto/dovere di ogni cittadino di esercitare le proprie prerogative di partecipazione al governo della cosa pubblica indipendentemente dal proprio luogo di residenza. Un diritto che vale anche per Massimo Gelmini. Ma si sa lo storytelling fraccariano è superiore al rispetto dei principi costituzionali che si applicano agli amici (Fraccaro nominó assessore all’ambiente l’ex segretario comunale Brogiolo residente in altro comune) e si negano agli avversari.

Ma, veniamo al contenuto; come spesso capita si parte da un pezzo di verità per poi sparare fandonie. E, queste, sono le balle più pericolose. Quando Mario Fraccaro, sindaco di Montichiari, diceva che la Cultura non sarebbe mai più stata finanziata da discariche ha mantenuto la parola data. Infatti, nessun evento, nessuna manifestazione culturale e sportiva ha ricevuto un solo euro dai discaricatori dal 2014 ad oggi. In passato invece arrivavano dal gruppo Systema circa 200.000 euro per la cultura e qualcosa più del doppio per lo sport (chiedo scusa per non essere più preciso, ma la sostanza è questa).

Prendiamo atto che il Sindaco intendeva: i contributi dall’attività di smaltimento rifiuti li vogliamo e li usiamo anche per la cultura (si veda la Casa della Musica), mentre non accettiamo contributi per le manifestazioni culturali e sportive. Ma l’affermazione del Vice Sindaco Rodella “… nessuna manifestazione culturale e sportiva ha ricevuto un solo euro dai discaricatori dal 2014 ad oggi…” non è frutto della scelta dell’amministrazione comunale che ipocritamente la “vende” così.

A confutare la verità fraccarian-rodelliana ci viene in aiuto una dichiarazione dello stesso Sindaco, che probabilmente ha sepolto, del 27/09/2014: “Il Gruppo Systema che sponsorizzava le attività culturali dell’Amministrazione comunale sulla base di una convenzione annuale per un importo complessivo di 200 mila euro ha comunicato di non essere in condizione di rinnovare la stessa per l’anno 2014″.

Questa affermazione dice due verità rilevanti: la prima è che i contratti di sponsorizzazione erano solo annuali proprio per la loro natura non obbligatoria e volontaria; la seconda è che la volontà del privato di non sottoscrivere le sponsorizzazioni non viene recuperata da fonti di stampa, come una tegola caduta sulla testa ignara della nuova amministrazione, ma la notizia appare in un comunicato del Sindaco sul proprio sito web (fraccarosindaco.it), il quale informa delle volontà del privato. Privato che ha comunicato al Comune di Montichiari le sue volontà, a seguito, presumibilmente di una richiesta formale della neo amministrazione. Ed è chiaro che qualcuno ha chiesto (il Sindaco o suo delegato), ma non ha ottenuto.

Ha ragione il Vice Sindaco Rodella ad affermare che: “… nessuna manifestazione culturale e sportiva ha ricevuto un solo euro dai discaricatori dal 2014 ad oggi…”, ma dovrebbe aggiunge la parte omessa di questa mezza verità ovvero che la nuova amministrazione ha chiesto al privato di sottoscrivere una nuovo contratto di sponsorizzazione, ma senza successo. Certamente avrà pesato il contenzioso avviato dal privato relativa ad una riduzione degli oneri della convenzione pluriennale relativa ai proventi da smaltimento dei rifiuti. Richiesta di riduzione nota anche all’amministrazione precedente e che aveva già espresso una valutazione non favorevole alla riduzione della convenzione.

L’aderenza allo storytelling fraccariano impone al Vice Sindaco fotografo di affermare con dubbia onestà intellettuale che…

 Questa è la semplice e dura realtà, che il nostro prode fa fatica a digerire.

L’unico che non riesce a digerire la dura realtà è proprio il distratto Vice Sindaco che ipocritamente sostiene cerca di far intendere che quei contributi non li voleva, mentre, in realtà, l’Amministrazione comunale, di cui fa parte, li ha cercati, chiesti ma, non ottenuti e non per colpa di altri.

I soldi derivanti da discarica che finanzieranno il restauro dell’ex biblioteca sono da imputare alla rivalutazione del patrimonio immobiliare dei Monteclarensi. Non a manifestazioni culturali come avveniva in passato.

Altra affermazione gratuita e palesemente falsa. Nel passato, diversamente da quanto l’illustre fotografo afferma, mai sono stati destinati proventi da discariche per iniziative culturali proprio per il vincolo di destinazione contabile che tali entrate straodinarie hanno rispetto a spese, come quelle culturali, che trovavano la propria copertura finanziaria con l’entrate correnti tra cui, quando sussistevano, da contributi da sponsorizzazione di privati.  Ergo l’affermazione “Non a manifestazione culturali come avveniva in passato” è priva di fondamento.

Respingo quindi sdegnosamente al mittente il tentativo di dare del bugiardo al sindaco Mario Fraccaro. Da ultimo una annotazione non secondaria: il riparmio dell’affitto della Banda Cittadina di circa 16.500 euro all’anno verrà d’ora in avanti risparmiato ed impiegato per affrontare virtuosamente altre necessità della Città di Montichiari.

Inviterei il Vice Sindaco ad informasi prima di accusare “lo straniero” di fandonie o balle.

Una curiosità.

Il Vice Sindaco fotografo ci dice che la cultura a Montichiari ora è autonoma dai contributi di privati che gestiscono le discariche come se fosse una conquista, quasi a voler marcare una sorta di distanza da quelle imprese imposte sul territorio monteclarense. Ma questo stride fragorosamente con il fatto che il noto fotografo, ora Vice Sindaco, svolse nel passato la sua professione (la sua arte fotografica) al servizio proprio di chi svolgeva e svolge tutt’ora analoga attività imprenditoriale. Per i curiosi su questo ultimo commento vi invito a leggere le critiche indirizzate, dal comitato SOS Terra di Montichiari, al Sindaco Fraccaro quando presentò il rimpasto di Giunta nel 2015 (qui). Certo c’è cultura e cultura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.